Salernitano e Parco del Cilento estranei al problema rifiuti

La grave situazione rifiuti nel Napoletano mal esprime la condizione di tutta una regione che, grazie anche all'impegno delle amministrazioni locali, non è toccata dall'emergenza. La provincia di Salerno e soprattuto il Parco del Cilento si sono in tal senso distinti dal Capoluogo Partenopeo. In particolare è importante segnalare che sono numerosi i centri cilentani che per allontanare il rischio crisi hanno organizzato validi sistemi di raccolta differenziata anche da diversi anni. Un esempio in tal senso è Acciaroli, paesino costiero del comune di Pollica e noto centro turistico, che da 7 anni attua la raccolta differenziata come elemento di un complesso meccanismo di salvaguardia del territorio che, l'anno scorso, ha regalato a questo centro di circa 2500 abitanti, il quarto posto tra le migliori località balneari italiane per la qualità del mare e dei servizi, secondo la Guida Blu di Legambiente. Infatti secondo i dati forniti dal CoRiSa 4, il consorzio dei rifiuti dei Comuni Cilentani, nel 2007 la raccolta differenziata ad Acciaroli, voluta fortemente dal Sindaco Angelo Vassallo, ha sfiorato il 70 per cento sul totale del volume di spazzatura prodotta, grazie alla fattiva collaborazione delle imprese ricettive e dei semplici cittadini del Comune. Parte importante del merito di una così funzionale lotta all'inquinamento si deve dunque alla organizzazione estremamente curata della raccolta rifiuti fatta con buona volontà dai cittadini ma efficacemente coordinata dagli addetti alla raccolta e ben sostenuta da infrastrutture e mezzi forniti dal Comune come gli appositi "carrelli", consegnati a tutti gli operatori turistici circa 3 anni fa che agevolano il deposito della differenziata, le "postazioni", aree appositamente realizzate e sorvegliate da un operatore presso cui si conferiscono i rifiuti già differenziati, e "l'Isola Ecologica" munita di vasche per il filtraggio del percolato, e recentemente attrezzata con dei compattatori elettrici che, comprimendo i rifiuti stoccati, consentono un notevole aumento volumetrico. Un impegno importante che deve fungere da esempio oltre che per le realtà del Parco, già in parte sensibili e attrezzate al riguardo, anche per il resto della Campania al fine di riavere, con un minimo di sacrificio, un'immagine della nostra regione non così lontana da come noi tutti sappiamo possa essere.

mare nel Cilento

altre notizie

News ed Eventi

News eventi sagre e spettacoli

| CilentoCase.it | CilentoTravelGuide.com | Casalvelino.net |